Gli show di prima serata

Fantastico

Raffaella Carrà protagonista di due edizioni di fantastico

Dal 1979, il programma del sabato sera abbinato alla lotteria Italia si chiama Fantastico. In 12 edizioni, alcune molto riuscite, altre molto meno, cercherà di avvicinare i fasti del programma più amato di sempre della tv italiana, Canzonissima. Particolarmente riuscita è l'edizione del 1982, con Corrado, Raffaella Carrà, Renato Zero e i collegamenti dalle piazze italiane, dove si gioca un giochino stupido ma di grande successo, consistente nel ritrovare delle chiavi nascoste dalle inviate, Ramona Dell'Abate e Marina Perzy. Mitiche anche le sigle, "Ballo ballo" di Raffa e "Viva la Rai" di Renato Zero.

Anche l'anno successivo vede un'ottima edizione, con Gigi Proietti mattatore e Heather Parisi che si afferma come star della tv italiana, e rimane prima donna anche nelle edizioni "baudesche" che seguono. Baudo, grande scopritore di talenti, lancia anche Alessandra Martines e Lorella Cuccarini. Fiacche le ultime edizioni degli anni 80, con un Celentano fuori ruolo, Montesano e Ranieri poco convincenti. Tra i momenti cult, il monologo di Grillo sul viaggio di Craxi in Cina, da cui Baudo si dissocia subito, e che segna la rottura del comico genovese con la tv di stato, e il "caso Iran", con il trio Marchesini - Lopez - Solenghi che creano un incidente diplomatico con il paese arabo.

Baudo con il cast del 1988

Premiatissima

Johnny Dorelli con Serena Grandi e Montesano

La risposta fininvest al sabato sera della rai è un programma pieno di lustrini e musica, che cerca di riprendere, almeno nelle prime edizioni, la formula di Canzonissima, con una serie di squadre di cantanti più o meno noti a contendersi il voto dei telespettatori da casa, che grazie a un munifico sponsor del campo dei detersivi possono anche vincere 500 milioni di lire. La strana coppia Cecchetto-Amanda Lear conduce la prima edizione, per essere poi sostituiti dal più "istituzionale" Johnny Dorelli e in seguito anche da Nino Manfredi. Gigi Sabani ottiene un grande successo con le sue imitazioni, e ancor più con la sigla, "A me mi torna in mente una canzone", campione di vendita. Gigi e Andrea propongono le odiose scenette in versione madre-figlio, Alfredo Papa un pupazzo, Sandrino, che prende bonariamente in giro il presidente Pertini.

Sandra e Raimondo show

Il cast dello show

La coppia eterna dello spettacolo italiano si cimenta con la prima serata del sabato in uno show sfarzoso (oltre 500 milioni di lire a puntata), pieno di balletti e ospiti internazionali, ispirato già dalla scenografia a Las Vegas. Alessandra Martines e la fino allora e da allora in poi sconosciuta Bonnie Bianco sono le prime donne, Tracy Spencer, reduce dal clamoroso successo di "Run to me", e Sabrina Salerno animano la parte musicale. Vianello conduce una versione "vip" di Zig Zag, e con la moglie si cimenta nella parodia di una telenovela ispirata ai classici della letteratura russa.

W le donne

Amanda Lear e Andrea Giordana costituiscono l'affiatata coppia padrona di casa del popolare "game show" di canale 5, che vede una serie di belle ragazze contendersi il titolo di "donna più", attraverso classiche prove da concorso di bellezza e altre più originali, come la prova di seduzione, che avviene in esterno ed è documentata da una candid camera, in cui le ragazze devono mostrare il loro fascino facendo compiere a malcapitati di passaggio prove che li mettono in imbarazzo e in ridicolo. Tornate in studio, le ragazze si confrontano anche in comizi, su temi di stretta attualità, come "Che sistemi useresti per rubare il ragazzo a una tua amica?". Una giovanissima Parietti è tra le vallette dello show, un altrettanto giovane Simona Ventura tra le partecipanti.